TRATTAMENTO LINFEDEMA

Il linfedema è una condizione patologica che si manifesta come gonfiore di una regione del corpo dovuto all´accumulo di linfa nei tessuti.
Il linfedema può comparire dopo l´asportazione chirurgica dei linfonodi o dopo aver sottoposto i linfonodi stessi alla radioterapia.
Può svilupparsi lentamente oppure insorgere bruscamente dopo un trauma o un nuovo trattamento antitumorale.
In genere non è accompagnato da dolore ma in molti casi si può avvertire una sensazione di pesantezza, indolenzimento, tensione e fastidio nella zona prossima ai linfonodi asportati.
Se il gonfiore è notevole, i movimenti possono diventare difficoltosi, così come difficile può risultare lo svolgimento delle attività quotidiane ( vestirsi, guidare, scrivere, etc.).

Trattamento linfedema

LE CAUSE DEL LINFEDEMA

  • Chirurgia con l´asportazione dei linfonodi ( linfoadenectomia) può ridurre il funzionamento del sistema linfatico causando un accumulo di linfa nell´area a valle dell´asportazione.

  • Radioterapia che può danneggiare i linfonodi e vasi linfatici.

  • Cellule tumorali che si diffondono ai linfonodi e possono ostruire i vasi linfatici.

  • Tumori adiacenti che possono comprimere i vasi linfatici e bloccare i linfonodi più vicini, soprattutto se la massa tumorale risulta voluminosa.

  • Alcuni farmaci chemioterapici possono causare un linfedema.

SEGNI E SINTOMI PRECOCI DEL LINFEDEMA

Nell´arto o nell´area in cui si sta sviluppando un linfedema compaiono inizialmente i seguenti segni e sintomi:

  • gonfiore: i vestiti, le scarpe, gli anelli stringono piú del solito, per un aumento di volume della regione dell´arto interessato;

  • variazione di temperatura e sensibilità: si puó avvertire la sensazione di freddo, pesantezza, tensione, insensibilità o calore e rossore talvolta dolente;

  • modificazione della cute: la cute puó risultare tesa, turgida, piú spessa e puó apparire anche secca, squamata, ruvida o screpolata.

Il linfedema può essere di grado lieve, moderato o severo.
In presenza di segni o sintomi recarsi immediatamente dal medico di famiglia, dall´oncologo o dal fisiatra.

Trattamento del linfedema

Il trattamento del lindedema ha lo scoppo di:

  • ridurre il volume dell´arto ( o regione) interessato e migliorarne  la funzionalità;

  • alleviare i sintomi;

  • prevenire l´ulteriore accumulo di linfa e l´insorgenza di una infezione;

  • migliorare la qualità della vita della persona malata.

IL TRATTAMENTO PREVEDE 4 FASI FONDAMENTALI

  • Cura della cute per prevenire lesioni e infezioni.

  • Linfodrenaggio manuale per favorire il deflusso della linfa.

  • Terapia compressiva consistente nell´applicazione di bendaggi compressivi funzionali.

  • Esercizio terapeutico che prevede esercizi muscolari specifici per migliorare il flusso della linfa e favorirne il drenaggio.

LINFODRENAGGIO MANUALE

Tecnica di massaggio che attraverso manovre specifiche favorisce il riassorbimento della linfa accumulata nell´area edematosa, spingendola verso i linfonodi funzionanti residui, dopo averli riattivati.

TERAPIA COMPRESSIVA: BENDAGGIO MULTISTRATO

Dopo il linfodrenaggio é fondamentale applicare un bendaggio per controllare il linfedema e non perdere l´effetto ottenuto con il massaggio linfodrenante.

È costituito dalla sovrapposizione di diverse bende che permetteranno le attività quotidiane ed è maggiormente efficace se abbinato a un´attività fisica perché la contrazione muscolare favorisce il drenaggio linfatico.

Il materiale utilizzato per questo tipo di bendaggio è innovativo e di ultima generazione: il marchio THUASNE, risulta ditta leader nel settore della linfologia.

Il ciclo di trattamento sará sempre preceduto da una valutazione specialistica fisiatrica.

La seduta che comprende il massaggio linfodrenante e il bendaggio dura 60 minuti e si esegue a giorni alterni per 10 giorni.

IL TRATTAMENTO MIGLIORA NOTEVOLMENTE IL LINFEDEMA E QUANTO PRIMA SI INIZIA TANTO PIÚ AUMENTANO LE PROBABILITÁ DI SUCCESSO.

Trattamento linfedema